Loading...
Loading...

PhPositivo sperimenta il “Caviardage”.

“Caviardage”, dal francese: “Oscuramento”, è il metodo di scrittura poetica elaborato da Tina Festa che si intreccia indissolubilmente con tutto ciò che di artistico risiede in ogni mente; che sia quest’ultima pensante, razionale, logica oppure assurda, incoerente e contraria a qualsiasi esigenza pratica.

Non mi presto molto facilmente ad “esperienze” collettive. Tendo spesso a vivere la mia creatività in privato, senza sguardi che possano giudicare il mio operato. D’abitudine tengo quasi segreto il mio prodotto, perchè l’ “artista”, si sa, è ipercritico e poco incline a mettere la propria interiorità alla mercé di altre persone.

In questo caso, per ragioni che ancora mi sfuggono (ma ci penserò e vi terrò informati) mi sono messa in gioco.

In questa villa padronale forse fine ‘800, Barbara Pasquariello tiene questo assaggio di corso, un aperitivo 50% Caviardage e 50% di un’ altra tecnica, il cui nome ora mi sfugge, che mette in parallelo immagini, emozioni e scrittura.

Una delle cose che ha reso possibile la genesi degli elaborati prodotti è stata sicuramente la voce tranquilizzante di Barbara, il cui messaggio imperante è stato ( almeno è ciò che io ho percepito) “Puoi fare quello che vuoi”…qui ed ora, di fronte a tutti…senza nessuna paura.

Riflettete; ditemi quando, in una giornata, una settimana, un mese….potete sentirvi così liberi?